Affidamento diretto del servizio di Disinfezione Automatica WC mediante metodica ed attrezzatura coperta da Brevetto Comunitario

La Ecofly SrL, certificata ISO 9001 nonché ISO 14001, detiene la concessione esclusiva di un dispositivo coperto da Brevetto Comunitario che consente di eradicare la carica microbiologica presente nei WC al 99% in meno di 4 minuti, realizzando un vero ed efficace servizio di disinfezione dei WC, che si attiva in modo automatico al momento dell’azionamento dello scarico.

Severe indagini microbiologiche hanno dimostrato che in un bagno pulito e scintillante, stazionano dalla 300 alle 10.000 unità microbiologiche per ogni centimetro cubo di acqua presente.

Durante l’utilizzo del WC, il livello dei contaminanti presenti supererà agevolmente i milioni di unità per centimetro cubo e poiché in presenza di rialzo termico, si avrà un aumento della vaporizzazione ove il livello di contaminanti sarà identico.

Ciò determina la creazione di un ambiente  estremamente malsano, capace di contaminare fortemente il water nella sua interezza, sui bordi del quale, ogni giorno ignari, esponiamo e  poggiamo parti del nostro corpo assolutamente indifese, non protette da alcuna barriera.

La problematica sopra rappresentata, viene avvertita ancora di più nelle aziende pubbliche e private, scuole, ospedali e comunità ove più persone si servono delle stesse strutture igieniche e poiché non é consentito indagare lo stato di salute di chi prima di noi ha utilizzato il bagno, ben si comprende la necessità di un dispositivo che riesca a risolvere radicalmente tale problematica.

L’applicazione del dispositivo brevettato nei WC di aziende/strutture pubbliche e private, tutela, oltre agli utenti, anche i responsabili della struttura su cui grava l’onere di provvedere all’applicazione delle misure minime di profilassi, per la salvaguardia della loro salute.

  Il servizio comprende:

–  nolo del dispositivo brevettato;
–  mano d’opera specializzata;
–  costo del prodotto necessario;
–  costo del servizio di ricarica;
–  manutenzione apparecchiatura;
–  sostituzione apparecchi difettosi e quant’altro necessario alla buona esecuzione del servizio.

La Ecofly SrL  renderà disponibile la metodica brevettata a tutte le aziende specializzate nel settore che avranno interesse ad applicarla. Se a favore di Enti Pubblici, sarà possibile utilizzare la procedura di cui al D. Lgs 163/2006 art. 57 comma 2 lett. b).

Il D.Lgs 163/2006 (il codice degli appalti), all’art. 57 recita:

 Procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara
(art. 31, dir. 2004/18; art. 9, d.lgs. n. 358/1992; art. 6, co. 2, legge n. 537/1993; art. 24, legge n. 109/1994; art. 7, d.lgs. n. 157/1995)
1. Le stazioni appaltanti possono aggiudicare contratti pubblici mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara nelle ipotesi seguenti, dandone conto con adeguata motivazione nella delibera o determina a contrarre.

All’art. 2 lett b) indica:
2. Nei contratti pubblici relativi a lavori, forniture, servizi, la procedura è consentita: a) qualora, in esito all’esperimento di una procedura aperta o ristretta, non sia stata presentata nessuna offerta, o nessuna offerta appropriata, o nessuna candidatura. Nella procedura negoziata non possono essere modificate in modo sostanziale le condizioni iniziali del contratto. Alla Commissione, su sua richiesta, va trasmessa una relazione sulle ragioni della mancata aggiudicazione a seguito di procedura aperta o ristretta e sulla opportunità della procedura negoziata. Le disposizioni contenute nella presente lettera si applicano ai lavori di importo inferiore a un milione di euro;
b) qualora, per ragioni di natura tecnica o artistica ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi, il contratto possa essere affidato unicamente ad un operatore economico determinato;
c) nella misura strettamente necessaria, quando l’estrema urgenza, risultante da eventi imprevedibili per le stazioni appaltanti, non è compatibile con i termini imposti dalle procedure aperte, ristrette, o negoziate previa pubblicazione di un bando di gara. Le circostanze invocate a giustificazione della estrema urgenza non devono essere imputabili alle stazioni appaltanti.

Deplian